Blog: http://CastenasoForever.ilcannocchiale.it

Il primo grosso uragano della stagione: Gustav

è in arrivo, sulla costa atlantica, il primo grande uragano della stagione 2008: Gustav e noi, puntuali come ogni anno, siamo qui a raccontarvelo e a svelarvi qualche suo numero!! (ho ritirato fuori anche la toolbar ad hoc per l'occasione!).

Innanzitutto i dati "metereologici": al momento i suoi venti sono di 50 miglia/orarie, ovvero circa 85 Km/h, ancora ben lontano dall'essere classificato uragano di categoria I (ci vogliono minimo venti a 118 Km/h). Per ora Gustav, settima tempesta della stagione come la G è la settima lettera dell'alfabeto, è classificato come Tempesta Tropicale.



Come possiamo vedere dalla cartina, alle 23 ora castenatese, Gustav si trova col suo occhio poco oltre la punta ovest di Haiti ed è in decisa "rotta di collisione" con la costa sud-ovest di Cuba. La Jamaica, per ora, sembra solo marginalmente interessata alla tempesta.

Gustav, ahimè, ha già mietuto ben 22 vittime: 14 ad Haiti e 8 nella repubblica Dominicana.
 
La paura maggiore, ora, è incentrata ovviamente agli stati del sud america. Al momento sono ben 5 gli stati più papabili all'"atterraggio" di Gustav che, complici le acque calde del centro America, è molto probabile che si trasformi in uragano di categoria 3 o anche 4. Lunedì certi esperti ipotizzavano addirittura un possibile categoria 5 (come fu Katrina).


(nel modello "spaghetti" qui sopra riportato aggiornato a mercoledì 27, ore 3 del mattino qui a Castenaso, ci sono due previsioni che prevalgono sulle altre: una, la verde, punta diretta a New Orleans, mentre l'altra, quella rossa, punterebbe a Houston, Texas. Modello tratto da DigitalLyte75)

A proposito di Katrina... il ricordo a New Orleans è ancora fin troppo vivo: secondo l'agenzia APCom, le autorità della città del jazz starebbero pensando all'ipotesi di evacuare la città in vista dell'avvicinamento di Gustav. Stando alla CNN, la guardia nazionale dello stato della Louisiana sarebbe già pronta ad affrontare ogni tipo di emergenza.

Nel frattempo spazio ampio alle speculazioni: ancora non si sa precisamente che strada Gustav potrà prendere, ma è certo che il petrolio, come per magia, sale! Mercoledì 27, a Wall Street, il greggio è arrivato a quota 116 dollari/barile, toccando anche i 119,63 bigliettoni.

Le uniche immagini, per ora, ci arrivano dalla Repubblica Dominicana dove, le scene, sono quelle "postume" di una grossa tempesta:


(foto di mdelcid)

Prossimo aggiornamento: domani sera con dati più precisi, più foto (spero) e ulteriori previsioni!

Caste-Hurricane is back!!

(fonti: Swiss Info, NOAA, Virgilio Notizie, APcom, CNN, Fox News, Trend Online)

Pubblicato il 27/8/2008 alle 23.7 nella rubrica Caste-Nature.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web