Blog: http://CastenasoForever.ilcannocchiale.it

Festival di San Remo - i miei mitici (?) voti alla prima serata!

SanRemo 2009 - PRIMA SERATA - 14.172.000 di ascolto

Paolo Bonolis & Luca Laurenti: 9: deciso nove per il presentatore e la sua inconfondibile quanto irrinunciabile eterna spalla! Impossibile rimpiangere ogni altro presentatore, eccezion fatta per Fazio: al momento sono i due personaggi televisivi più indicati per presentare il festival della canzone italiana.
Adorabile il momento "del confronto" tra le due ali dell'orchestra: quella rock con chitarre elettriche e batterie e quella più classica composta da viole, violini e violincelli che, dopo un paio di "confronti", vanno d'amore e d'accordo.
Ottimo anche Laurenti, incisivo nonostante le sue poche apparizioni.
(nella foto Bonolis ad inizio serata - foto di Antonio Calanni/Ap)

*************
Mina: emozionante apertura da parte di una voce incredibile, intramontabile ed inesauribile! Decisamente senza voto, per non dare il solito 9 o 9,5 che da solo non rende quel che è Mina.
*************

Dolcenera: 7+
: Apre il festival una canzone potenzialmente radiofonica e interessante. Certo, non da vittoria del festival, ma degna di certo di un ascolto. Il testo è piuttosto banale ed è per questo, probabilmente, che non ci si entusiasma più di tanto anche con la votazione!

Fausto Leali: 5,5: In una parola: ca**o che voce! Certo, è la sua di sempre e finchè sarà tra noi non lo abbandonerà mai!! La canzone in generale mi piace poco, ma ha una buona qualità (siamo sul 7 di qualità) che può portarlo fino in finale.

Tricarico: 5+: decisamente... orribile! Il + perchè ha il coraggio di dire a sua moglie "non è che non ti capisca... è che non ho tempo"! ha ha! Tricarico è un artista che, secondo me, o ti piace o ti fa schifo. Per quanto mi riguarda barrate pure la seconda scelta (ma non sono l'unico visto che è stata eliminata dalla gara, per ora!)

Marco Carta: 7: sono curioso di sentire la versione "studio", da album o radio che sia per goderne appieno! Comprensibilmente emozionato, Marco Carta rimane nel suo stile, senza farsi trascinare dall'onda sanremese. Anno '85, visibilmente di Cagliari (certe vocali aperte da far paura! ma è la sua parlata, non gliela puoi togliere più di tanto).

Patty Pravo: 4,5: su TV Sorrisi & Canzoni c'è scritto "se vinco arrivo in pigiama...", beh, noi a sentire la tua """canzone""" lo siamo già in quanto profondamente addormentati! Un anestetico meglio di ogni barbital o vecchio etere! Può essere storia della musica italiana finchè volete, ma siamo decisamente lontani dai miei gusti!

Marco Masini: 5+: cavolo, che banalità! Nonostante a me Masini piaccia, questa volta mi ha deluso tantissimo per il suo voler per forza toccare la sensibilità del pubblico, "giocando" sulle mode dei vari telegiornali: dagli stupri, alla religione, coppie gay e il classico del "tutto va male". Si poteva fare decisamente di meglio.

Francesco Renga: 6: simil-tentativo di avvicinamento alla lirica, come gentile omaggio a Pavarotti. Ok, omaggio molto ben visto, ma la canzone, eseguita benissimo, è decisamente condannata ad una vita molto breve! Ascoltando questo pezzo, rimpiango il Renga delle edizioni 2001, 2002 e 2005, quest'utlima con la stupenda Angelo.

************
Roberto Benigni: un ingresso strepitoso, nel suo pieno stile, con presentazione azzeccatissima di un Paolo Bonolis sempre in forma.

"Silvio tu devi diventare un mito: tu devi sparire! Non ti devi far vedere più; come Mina non devi andare in Svizzera, vai pure più lontano: più lontano sei più mito sarai!! [...] o scrivere sugli autobus atei: Berlusconi non c'è, goditi la vita!"

"volevo scrivere una battuta sulla sinistra, ma sono arrivato a metà ed è... caduta! Volevo scriverlo su Veltroni e... si è dimesso! Ma puttana vacca!!!"

monologo spettacolare degno di essere visto se ve lo siete persi con classica e notevolissima citazione stavolta non di Dante nel finale. Date un occhio verso le 17.25 su RaiSat Extra, durante la replica pomeridiana del festival di San Remo, oppure c'è sempre "la versione on-line" come vi ripropongo con un semplice click!!


*************

Pupo & Company: 6-:
canzone che non lascia alcuna traccia. Appena passabile; il meno dovuto a Paolo Belli che odio con tutto me stesso!

Gemelli DiVersi: 6/7: la sufficienza se la prendono per non aver perso la loro classica "verve" hip-hop. Forse troppo hip-hop! La canzone non mi dispiace, anche se hanno fatto di meglio nella loro carriera. Bravi a non arsi prendere dall'emozione e dalla difficoltà iniziale del microfono non funzionante!

Al Bano: 4/5: entra sulle note di "e va, la mia età che se ne va...", bravo, vattene! Sono stato troppo cattivo, però se avete avuto la possibilità di ascoltare la sua canzone mi capirete di certo! Era meglio all'isola dei famosi quando perdeva tutta l'attrezzatura "della tribù": dagli ami alle maschere! Ah, sì, la canzone... preferirei astenermi!

Afterhours: 3,5: sì, avete letto bene! La musica degli afterhours, per me, sia dentro che fuori SanRemo NON è musica! è un qualcosa che non mi è comprensibile! Sfida alla grande Patty Pravo come canzone peggiore del festival.

Iva Zanicchi: 5-: che porca! Sembra togliersi "una voglia" con questa canzone che, ai suoi tempi, non si poteva di certo cantare!! Ti voglio senza amore - Ti voglio senza niente - sentirti fino in fondo: cosa avrà voluto dire? A parte il testo su cui si può discutere (mica Povia!), la canzone è... insipida forte! Il meno perchè è eurodeputata di Forza Italia!!

Nicky Nicolai & consorte: 5+: canzone scritta dal consorte Di Battista che, al sax, ci sa decisamente fare, e da Jovanotti. Dopo un momento di atmosfera da luna piena le cose cambiano decisamente, a sorpresa con una Nicolai che si butta in melodie decisamente più pop. Fossi il direttore di una radio, probabilmente la programmerei, ma non per più di... una settimana e per metà, perchè dopo un po' è una canzone che annoia.

Povia: 6,5
: il testo nasce da una storia vera che Povia ha ascoltato mentre stava viaggiando in treno. Fantastico l'uso del gigantesco led che campeggia il palco dell'Ariston. La canzone è caruccia, e Povia con tutte queste polemiche che sapeva benissimo di suscitare è stato solo ed esclusivamente un gran furbone.

San Da Vinci: 6+
: ma chi l'ha mandato? Gigi D'Alessio?!? La canzone è scarsina. Non lascia traccia e se ne va come l'acqua del Po sotto Pontelagoscuro! Bella come similitudine, mi piace!

Alexia e Lavezzi: 6++: non è abbastanza da meritarsi un 6,5, però è un passo più avanti di chi ha preso 6+! Forse era meglio, con rispetto parlando, senza Lavezzi che non può competere e, onestamente, non ci sta a dir nulla assieme ad una vocina come Alexia (che ricordo con tanta malinconia in dance).


NUOVE PROPOSTE

Malika Ayane: 5
: insomma... meglio nella sua "english version". Un'imitazione venuta molto male della Giusy Ferreri!

Irene: 6,5
: gran voce, e canzone abbastanza gradevole! Senza infamia e con qualche piccola lode. La miglior nuova proposta della prima serata.

Simona Molinari: 6+: vincitrice di San Remo Lab. La canzone non mi pare granchè originale, ma si fa ascoltare volentieri. Ricorda un briciolio L'aura! Non prevedo gran futuro per questo pezzo "sponsorizzato" Ornella Vanoni!

Filippo Perbellini: 5/6: faccia giustamente da uno che se la sta facendo sotto! oh, 18 anni!! ma che voce che tira fuori all'improvviso!! La canzone tuttavia non mi convince molto al primo ascolto. Probabilmente  meriterebbe qualche altro ascolto prima di passare all'inevitabile dimenticatoio!

******************

Gli eliminati della prima sera:

Afterhours
Tricarico
Iva Zanicchi.

Stasera verranno eliminati altri 3 big che, giovedì, si sfideranno con questi tre per conquistarsi i due posti messi in palio per il ripescaggio.

E la serata termina alle 14.20, grazie alla replica integrale di RaiSat Extra! ;)

Pubblicato il 18/2/2009 alle 14.42 nella rubrica Biu Biu Network.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web