Blog: http://CastenasoForever.ilcannocchiale.it

Capodanno in Lucania!! - Parte quinta

CAPODANNO IN LUCANIA - quinto giorno (3 gen) - Matera

Dopo un po' di post ritorna il capodanno in Lucania! Oggi, terz'ultima puntata, ci siamo dedicati a Matera. Nella foto un'esclusiva visuale dei mitici Sassi dal parco delle chiese rupestri.
Torniamo a noi! Ci svegliamo di buon ora (le 9... è tutto dire, siamo stati quasi puntuali!). Affinchè ci potessimo svegliare presto, io e Nik abbiamo attuato il sistema 4x4... cioè abbiamo puntato 4 sveglie rigorosamente nell'ordine nik - io - nik - io. Per prima la più dolce (un semplice trillo della sveglia di Nicola) e per ultima la più stronza (il mio cellulare che ha iniziato a decantare la sigla di un telegiornale...). Tutte rigorosamente distaccate di 300 secondi l'una dall'altra. Ci svegliamo, ci laviamo, e partiamo verso Matera. Oggi non sembra esserci pioggia... per fortuna perchè il tragitto per arrivare alla città è di una buona sessantina di chilometri... Arriviamo, parcheggiamo a pagamento (i posti gratis erano già finiti...) e andiamo nei sassi... dopo aver constatato che sono patrimonio dell'unesco ci avventuriamo al loro interno... Iniziamo con una strada che tutti fanno seguendola per ben 50 metri, dopodichè troviamo una scalinata che ci ha attirato assai... interessante! Come ci si arriva? Da un buco nel muro... All'unanimità decidiamo di infiltrarci all'interno del suddetto buco per giungere a questa meravigliosa scala che... sembrava portare nel nulla! Poi degli scalini imbucati e inguatati ci riportano sulla strada maestra (dopo aver scavalcato una sotto-specie di recinzione... insomma eravamo andati in un posto vietato al pubblico!!!). Bello, interessante... ci si ferma a vedere le chiome delle belle signore (chi gialla flash, chi rosso pettirosso, chi blu elettrico... no, quella era la giacca di una cinna...) e si pensa anche al mangiare. Beh, la trattoria lucana (non so se era questo il nome) ci aspettava!! Beh... non abbiamo mangiato assai male (nonostante fosse un po' caro come posto): siamo partiti da un antipasto di verdure misto (c'era veramente di tutto... anche se non lavorato, però c'era da sfamarsi) e una roba fritta ma buona. Poi siamo andati coi primi dove ci hanno portato delle sorte di strozzapreti con funghi e pomodoro per alcuni e pomodoro, rucola e altro per me. Evitando i secondi perchè di semplice carne, ci siamo alzati e siamo andati verso il parco delle chiese rupestri. Cos'è? Sono quelle caverne che si vedono dalla parte opposta della vallata su cui sorge Matera e i suoi sassi. Molto intriganti e molto esclusive da lontano... molto intriganti, ma molto deludenti da vicino! L'effetto che ci ha fatto è stato discordante, ma comunque, spregievole: "dei cessi pubblici" secondo la Daria; "dei posti per drogati" secondo il resto del gruppo. Ma bastava camminare un po', tralasciare le prime caverne, che già si arrivava di fronte a delle bellezze arcaiche molto interessanti. In una caverna, addirittura, si potevano quasi delineare come due stanze. Molto buie, ma molto belle! Il camminamento proseguiva, ma ahimè stava anche venendo sera e... tanto per cambiare pioveva!!!
Serata tranquilla passata a provare qualche scatto notturno con la nostra macchina fotografica. Ma a letto presto (sì sì...) perchè domani ci aspetta la Calabria!!!

Pubblicato il 20/1/2005 alle 20.18 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web